ARTEOLOGIA – L’arte etica in dialogo fra passato e futuro

special guest: MICHELANGELO PISTOLETTO | PATRIZIA DALLA VALLE

MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE
VENEZIA

24 maggio – 12 settembre / 2018

Inaugurazione della Mostra
giovedì 24 maggio 2018 alle ore 18.00

 

Michelangelo Pistoletto e Patrizia Dalla Valle sono invitati quali special guests alla mostra-evento “Arteologia”, inaugurata giovedì 24 maggio 2018 al Museo Nazionale Archeologico di Venezia e visitabile fino al 12 settembre prossimo. L’esposizione, ideata da ARTantide.com Gallery e curata da Sandro Orlandi Stagl, intende coniugare, in un’originale interpretazione artistica, opere storiche custodite nel Museo con creazioni di artisti contemporanei appartenenti prevalentemente al Movimento Arte Etica. In particolare, le opere di Pistoletto e Dalla Valle, presenti rispettivamente nella Sala IX e Sala VIII, riservate ai Ritratti romani e alla Scultura ellenistica, dialogano col passato per transitare nel presente e proiettarsi in un futuro senza tempo.

L’opera di Pistoletto, “L’Etrusco”, si pone come riflessione sul problema identitario dell’essere umano, in un’ottica di osservazione visiva di immagine e gesto. Infatti, la creazione dell’insigne artista internazionale si compone di una riproduzione bronzea della famosa statua tardo-etrusca “L’Arringatore”, posta al cospetto di un grande specchio, che, oltre a far colloquiare la statua con se stessa, consente uno scambio dialettico con l’osservatore. Scultura e visitatore sono, pertanto, coprotagonisti di un dialogo interiore sulla verità della propria esistenza e della propria cultura.

Anche l’arte di Patrizia Dalla Valle, già presente alla 57. Esposizione internazionale d’arte – la Biennale di Venezia, colloquia del passato in proiezione presente e futura. Testimoniata da tre pregevoli opere a mosaico, “Troni”, “Croci”, “Santa Sofia 3”, tratte dal progetto “Interno bizantino”, l’artista, esponente di spicco in ambito musivo contemporaneo, si volge al mirabile periodo storico bizantino-ravennate per indagare ed evidenziare la modernità di un’arte antica, capace di coinvolgere il riguardante per risultanze concettuali e per dialettica introspettiva sull’universalità dell’arte.

La luce è la componente essenziale e fondante delle opere di Patrizia Dalla Valle e di Michelangelo Pistoletto, poiché consente, nelle rispettive creazioni, di dilatare preziose ed armoniche espansioni aureo-cromatiche e di sollecitare una specchiante riflessione figurativa. Le realizzazioni dei due artisti consolidano, quindi, l’eternità dell’arte visiva, in quanto lessico privilegiato per dialogare, con intima introspezione, di verità culturali ed esistenziali.

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

SCARICA LA LOCANDINA